Il riposo dopo l’attività sportiva: dormire bene per recuperare al meglio

Chi si accinge a praticare uno sport spesso si sofferma soprattutto sulla predisposizione degli allenamenti. Si preparano sedute di attività aerobica e anaerobica, con regolare e costante aumento dei tempi o delle ripetizioni di ogni singolo esercizio. Molti di questi neo atleti stanno dimenticando un elemento importante dell’allenamento, ossia il riposo. Mentre si riposa il nostro organismo attua dei processi di recupero che consentono di stimolare la crescita muscolare e di “modificare” il rapporto tra massa grassa e massa magra del nostro corpo. Riposare al meglio consente inoltre di evitare i fenomeni di sovrallenamento, che possono portare ad esiti totalmente opposti rispetto a quello che ci eravamo prefissati.

Un allenamento corretto

Il miglior piano di allenamento che possiamo avere è quello che ci prepara un vero preparatore atletico, o anche un personal trainer. Oggi in qualsiasi palestra possiamo ottenere l’aiuto da parte di un professionista di questo genere, che ci potrà consigliare e potrà indicarci quali saranno i nostri risultati nel corso del tempo. Spesso si tratta di favorire l’attività di chi da tempo non fa sport, ma ci sono anche appassionati di sport che prima o poi decidono di modificare il loro allenamento. Perché un piano di attività abbia successo è importante che sia equilibrato, comprendendo sessioni di allenamento aerobico, sessioni anaerobiche e il corretto riposo. Dopo un allenamento molto intenso è importante che si preveda un riposo altrettanto intenso. L’allenamento eccessivo, che non prevede tempi di recupero, porta ad un aumento sconsiderato della produzione dei cosiddetti ormoni catabolici (ad esempio il cortisolo). Il risultato può essere particolarmente deludente dopo vari giorni di allenamento, perché ci troveremo ad essere molto stanchi, con difficoltà a recuperare le energie; inoltre è anche possibile che il cortisolo in eccesso ci causi una serie di disturbi, tra cui: insonnia, inappetenza, dolori persistenti ai tendini, stanchezza irrecuperabile.

Recupero e riposo
Il concetto di riposo deve essere scisso in due parti: una è il vero e proprio riposo che si ottiene con il sonno notturno; l’altra è il recupero, ossia le pause all’interno della stessa sessione di allenamento. Stiamo parlando di due questioni complementari e importanti in egual modo. Mentre ci stiamo allenando è importante seguire le indicazioni del nostro trainer, che ci saprà indicare quante ripetizioni dovremo fare di uno specifico esercizio e quali siano i tempi di recupero, ossia le pause tra due serie o tra due esercizi. Effettuare un allenamento in fretta, evitando le pause, può portare non solo a non ottenere effetti utili, ma anche a causare veri e propri incidenti. Un allenamento svolto con eccessiva fretta è spesso la principale causa di distorsioni e stiramenti muscolari. Il riposo notturno è altrettanto importante e va precisato che deve essere continuativo e profondo. Per riposare al meglio è importante che tra due allenamenti trascorrano almeno 12 ore, durante le quali dovremo prevedere almeno 7-8 ore di sonno.

Dormire bene con la giusta attrezzatura: i cuscini per sportivi B.Pillow
Chi non pensa al sonno come una delle fasi dell’allenamento spesso tralascia anche di valutare come dorme e dove dorme. Oggi sono disponibili in commercio cuscini pensati appositamente per l’atleta e lo sportivo, come ad esempio quelli proposti da B.Pillow. Si tratta di guanciali progettati appositamente per chi fa sport con regolarità e che deve ottenere da ogni notte un riposo perfetto e ideale. Si possono trovare sul sito cuscini professionali, diversificati a seconda dello sport: da quelli studiati per i golfisti a quelli per chi pratica il ciclismo, fino ai guanciali per runners e triatleti. Ad esempio per chi pratica la corsa è importante avere a disposizione un cuscino ortocervicale che aiuti il decongestionamento della zona cervicale; per chi invece ama il cross training sono disponibili cuscini più soffici, che permettano il corretto recupero tra due allenamenti.