Stomaco rumoroso cause e rimedi

Vi è mai capitato nel bel mezzo di una conversazione o magari in un cinema, in fila al supermercato, che il vostro stomaco inaspettatamente emetta dei rumori strani? Una specie di ringhio seguito dal nostro imbarazzo e spesso dall’espressione: “devo avere fame”. Il rumore però dello stomaco, chiamato borborigmo, non è legato necessariamente ad uno spuntino alimentare. I borborigmi sono la prova uditiva che il nostro sistema digestivo sta facendo esattamente ciò che dovrebbe fare ovvero mescolare alimenti, liquidi, succhi gastrici e spingere poi il tutto attraverso il tratto intestinale per poi eliminarlo.

Il rumore che a volte si sente è generato dalle pareti del tratto intestinale che si contraggono e si rilassano per spingere tutto verso l’intestino. La contrazione si chiama peristalsi e si verifica sia a stomaco pieno che vuoto. In quest’ultimo caso il rumore si fa più evidente e quindi imbarazzante perchè non c’è niente nello stomaco che riesca ad attutire il rumore. Capita che se non mangiamo per più di due ore gli ormoni comandano al cervello di iniziare la peristalsi al fine di eliminare qualsiasi traccia del pasto precedente per far posto ad altro cibo.

Esistono persone che sperimentano questi rumori ed altre che non li avvertono mai ma purtroppo c’è poco da fare per eliminarli. Bisogna consolarsi pensando che i suoni che provengono dal nostro stomaco vogliono significare che le nostre budella stanno bene. Quando però il fenomeno diventa continuo probabilmente può indicare la presenza di troppo gas che si accumula per diversi motivi primo fra tutti una eccessiva deglutizione di aria. Se si accompagnano a nausea, vomito potrebbero indicare un problema come la sindrome dell’intestino irritabile. Come al solito la cosa migliore da fare è ascoltare il proprio corpo senza ignorare il nostro cervello. I borborigmi possono essere un ottimo indicatore di quando è il momento di mangiare qualcosa; un sintomo che abbiamo bisogno di rifornimento di carburante senza però usarli come scusa per masticare sempre qualcosa.