Sindrome delle gambe senza riposo

Sindrome delle gambe senza riposoSindrome delle gambe senza riposo

Si stima che un adulto su 10 soffra di una sindrome denominata delle gambe senza riposo che qualche volta può colpire anche i bambini. Quali sono i sintomi? Un irrefrenabile bisogno di muovere di continuo le gambe che risultano doloranti, danno prurito, di giorno ma soprattutto di notte.

Fare una diagnosi di questo tipo non è sempre facile anche perchè non esistono test specifici per appurarne l’esistenza ma si è capito che alcuni comportamenti possono innescarla. La sindrome delle gambe senza riposo può essere definita come un disturbo del sonno derivante dal sistema nervoso caratterizzata dal movimento continuo degli arti.

Secondo le ultime ricerche e sondaggi, chi ne soffre ha difficoltà ad addormentarsi e a mantenere un sonno tranquillo per tutta la notte. Il tutto si traduce in estrema stanchezza e spossatezza di giorno.
Di solito ha una origine genetica ma qualche volta si associa ad insufficienza renale, neuropatia periferica, diabete, morbo di Parkinson.

Chi fa uso di farmaci antidepressivi, antinausea, antistaminici è più soggetto a soffrire di questa sindrome tanto che, è stato dimostrato, interrompere l’assunzione di alcuni medicinali, migliora le condizioni. Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Midwifery & Women’s Health, la maggior parte delle donne in gravidanza ed in particolare nel terzo trimestre ne soffre. Il motivo sarebbe da ricercare in una carenza di minerali, nei cambiamenti ormonali, nello squilibrio di livelli di dopamina.

Dopo un mese dal parto ogni sintomo scompare. L’alcol e il tabacco possono provocare l’insorgere della sindrome o intensificarne i sintomi quando già esistente.

Cosa si può fare per stare meglio?

Alcuni farmaci sono stati sperimentati ma non sono efficaci per tutti; alcuni possono perdere la loro efficacia nel tempo. Lo stile di vita è importante, praticare semplici esercizi, regolare il sonno. Massaggiare le gambe risulta sempre utile ma delicatamente per non aumentare l’irritazione. Allungare e flettere le gambe serve così come muovere le caviglie, i polpacci prima di andare a letto. Fare un bagno caldo o una breve passeggiata la sera aiuta.

Molte volte ad innescare la sindrome dipende da una mancanza di ferro.

GAMBE SENZA RIPOSO RIMEDI

Esiste un metodo naturale che in molti hanno trovato efficace per combattere la sindrome delle gambe senza riposo.
Procuratevi una barra di sapone neutro e inodore, mettetela tra le lenzuola o sul copri materasso. Potete anche posizionarla in un calzino pulito.
Dopo un mese controllatela, se risulta aggrinzita e consumata dovrete sostituirla con una nuova. Il sapone funziona perchè rilascia ioni per cui è necessario che sia sempre fresco.
Studi scientifici al riguardo non esistono ma chi l’ha provato giura di aver ottenuto benefici, di aver dormito meglio, di non avere sperimentato più crampi durante la notte, di essersi svegliato riposato.
Da perdere non c’è niente, è un metodo naturale, economico, semplice.