Il tatuaggio del filo rosso

Tatuaggio filo rosso: significatoTatuaggio filo rosso: significato

Trovare qualcuno che al giorno d’oggi non si sia fatto un tatuaggio o abbia in mente di farlo è difficile. Fino a pochi decenni fa l’arte del tatuarsi era considerata ancora un tabù, oggi è accettata in società a tutti i livelli. I motivi per cui ci si tatua sono diversi, molte volte personali; non a caso il tatuaggio stesso riproduce date, nomi, ritratti, tutto per celebrare un ricordo.

A onor del vero però i disegni più comuni sono quelli orientali, i draghi, i fiori di loto, simboli perlopiù cinesi. La tendenza più recente è quella di farsi tatuare dei minuscoli fili rossi intorno ai mignoli. Il dito viene avvolto in questo filo e, al termine, presenta un fiocchetto. L’amore, il destino, le anime gemelle: è questo il significato di questo piccolo tatuaggio. Dietro tutto ciò c’è una storia conosciuta come “il filo rosso del destino”, una specie di leggenda riscontrabile sia nella cultura giapponese che in quella cinese.

Wikipedia dice così: “Le due persone legate dal filo rosso sono amanti destinati, a prescindere dal luogo, tempo, o circostanze. Questo cavo magico si può allungare o può creare groviglio, ma mai si romperà”.

Ci sono poi credenze popolari aggiunte in seguito: se il filo rosso è avvolto intorno al pollice dell’uomo e nella donna al mignolo significa che sono destinati a stare insieme tutta la vita. La leggenda, molto suggestiva, è stata presa in prestito non solo dagli innamorati ma anche dagli amici o qualche volta lo si fa tra parenti. C’è ancora una variante; qualcuno si è fatto tatuare il fiocchetto sulle caviglie o sui polsi. La prossima volta che ne vedrete uno saprete il significato.

TATUAGGIO PUNTO E VIRGOLA

Vi è mai capitato poi di vedere su qualcuno un tatuaggio a forma di punto e virgola? Sapete qual è la sua origine? Una certa Amy Bleuel nel 2013 perse suo padre perchè si suicidò. Decise così di ricordarlo per sempre fancendosi tatuare questo simbolo. Da allora il punto e virgola tatuato è diventato il simbolo di un movimento basato sulla fede, sulla speranza e sull’amore verso coloro che stanno lottando contro la depressione, il suicidio, l’autolesionismo, le dipendenze in genere. Si tratta di un modo per incoraggiare e ispirare fiducia.