Gas intestinali come eliminarli con semplici esercizi

Fegato stressato sintomi e rimediFegato stressato sintomi e rimedi

La quantità di gas che produciamo ed espelliamo è fortemente influenzate dalle posizioni solitamente adottate; stare seduti in modo errato può ad esempio intralciare alcuni processi digestivi provocando flatulenza o stitichezza, mentre esistono alcune posture che possono agevolare la corretta eliminazione dei gas.
Molte posizioni yoga possono venire in nostro aiuto per eliminare i disagi dell’apparato digerente poichè ci permettono di espellere i gas accumulati e questo può essere particolarmente utile per le donne in gravidanza.

Vediamo alcune di queste posizioni più indicate allo scopo.

SQUAT: esercizio usato per tonificare varie parti del corpo, in particolare gambe e glutei, si è rivelato utilissimo per eliminare i gas in eccesso. Separiamo leggermente gambe e natiche, posizionando ogni braccio al lato del corpo; allunghiamo le braccia in avanti ed abbassiamo il tronco come se volessimo sederci, sino a quando i glutei raggiungeranno l’altezza del polpaccio tenendo le cosce parallele ed i piedi allineati alle ginocchia.
IL BAMBINO: questa è una posizione ideale per eliminare i gas intestinali, poichè favorisce il loro transito e fuoriuscita. Inginocchiati ed allungati lentamente in avanti sino a toccare la fronte al pavimento, le ginocchia saranno un po’ distanziate e il busto deve poggiare completamente sulle gambe; cerca di sentirti comodo e rilassato ed esegui in questa posizione almeno 5 respiri lenti e profondi.

PIEGAMENTI IN AVANTI: posizione simile a quella del bambino, con la medesima efficacia, che prevede però le gambe protese in avanti; estendi le braccia e cerca di toccare le dita dei piedi, senza forzare e lentamente; sforzati di tenere dritte le ginocchia e se puoi, poggia il petto su di esse in modo da esercitare una benefica pressione sull’addome.

APANASANA: in questa postura che aiuta a drenare l’energia verso il basso, ci si sdraia sulla schiena e si portano le ginocchia al petto; inizialmente si forma con le gambe un angolo retto con il resto del corpo sdraiato, poi si piegano le ginocchia verso il petto trattenendole con le mani in modo da mantenere più a lungo la posizione.

POSIZIONE DEL GATTO: una postura notissima per i praticanti yoga, molto utile per espellere i gas intestinali grazie alla distensione completa ed armonica dell’addome nel suo complesso. Con le mani e le ginocchia sul pavimento abbassiamo la schiena e l’ombellico alzando la testa cercando di mantenere questa posizione almeno 10 secondi. Fa da contraltare a questa posizione, la POSIZIONE DELLA MUCCA, che è opposta ma complementare e rende l’esercizio veramente efficace: dalla posizione di partenza, con mani e ginocchia sul pavimento e schiena dritta, inarchiamo più possibile la colonna ed abbassiamo la testa guardano per terra o le nostre gambe. Anche in questo caso, cerchiamo di mantenere la posizione almeno per 10 secondi.