Pancreas cibi che aiutano a tenerlo in forma

Perdere peso con la medicina olisticaPerdere peso con la medicina olistica

Il pancreas è un organo fondamentale, insieme al fegato, per la salute del nostro corpo. La sedentarietà, le abitudini sbagliate, un’alimentazione squilibrata minano la salute di quest’organo. Ne deriva che si inizia a non digerire correttamente, non si assimilano tutti i nutrimenti indispensabili. La funzione principale del pancreas è di produrre enzimi digestivi, controllare i livelli di zucchero nel sangue grazie all’insulina. In poche parole il pancreas trasforma ciò che mangiamo in energia per vivere, in carburante e, se non funziona a dovere, tutto il nostro corpo ne risulterà compromesso.
Ciò che danneggia il pancreas è la fretta. Tutti abbiamo poco tempo e, presi da mille impegni, quando è il momento di mangiare ci accontentiamo di ciò che ci capita; dovremmo invece dedicare più attenzione a preparare piatti equilibrati, ricchi di sostanze nutritive e antiossidanti. Ci sono dei cibi che, in particolare, fanno bene al nostro pancreas. IL SUCCO DI BARBABIETOLA: al mattino centrifugate una barbabietola, una carota, del succo di limone, un bicchiere di acqua; bevetelo a stomaco vuoto. IL TE VERDE disintossica fegato e pancreas perchè ricco di catechine e antiossidanti. L’AVOCADO riduce le tossine presenti nel pancreas; ricco di grassi sani aiuta il fegato ed il pancreas a metabolizzare il colesterolo cattivo. L’OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA, nelle dosi giuste, a crudo, disinfiamma fegato e pancreas. QUINOA E GRANO SARACENO, ricchi di enzimi che favoriscono la digestione, controllano il colesterolo e proteggono il cuore. I CARCIOFI disponibili tutto l’anno favoriscono la digestione dei grassi, depurano dalle tossine e favoriscono il movimento intestinale. LA PAPAYA, aiuta a digerire, riduce il colesterolo, combatte l’ossidazione cellulare. I cibi che, invece, danneggiano il pancreas sono i salumi, gli affettati, le spezie piccanti, i condimenti grassi, le bevande alcoliche. Senza demonizzarli basterà solo un po’ di moderazione nel loro consumo.