La rasatura perfetta

Shampoo secco, meglio non abusarneShampoo secco, meglio non abusarne

Estate, tempo di pelle liscia e scoperta, ma quanti di noi sono convinti di sapere proprio tutto? E come fare in caso di pruriti, arrossamenti ed irritazioni poco prima di esporci al sole?
Vediamo insieme tutte le curiosità e le domande più frequenti.
E’ una credenza comune ritenere che a seguito della rasatura e della epilazione, i peli o i capelli crescano più velocemente e siano più robusti.
Sfatiamo questo mito!
Il pelo proviene dal follicolo pilifero e la rasatura non incide in alcun modo sul follicolo nè sulla crescita del pelo; è dunque totalmente ininfluente sulla velocità della sua ricrescita e sul suo aspetto.
Ciò che trae maggiormente in inganno è il momento della ricrescita, quando il pelo o il capello dà l’impressione di essere più spesso ed è così; crescendo poi, ed allungandosi, tende a rifinirsi verso le punte che diventano man mano più sottili.
Anche per la barba accade lo stesso processo, anzi quando cresce sembra quasi più scura, ma ciò dipende esclusivamente dal fatto che i nuovi peli non sono ancora entrati in contatto con la luce.
Per attenuare il fastidio del rasoio proviamo ad usare il cetriolo che risulta efficacissimo in questi casi: basterà applicare delle fette di cetriolo ben succoso sulle parti irritate e lasciarlo in posa per due o tre minuti. Se il fastidio è ricorrente, conviene tenere in frigo delle fette sempre pronte!
Se invece optiamo per una crema lenitiva oltre che rinfrescante, possiamo frullare il nostro cetriolo aggiungendo mezzo vasetto di yogurt naturale: in questo modo otterremo una bella miscela più consistente facile da applicare sul viso quasi fosse un dopobarba naturale, da risciacquare naturalmente dopo un paio di minuti di posa.
In ogni caso, se per moda o curiosità decidessimo di far crescere la barba, dovremmo prendere in considerazione la forma del viso per decidere quale stile adottare affinchè siano messi in risalto i propri tratti caratteristici ed i propri punti di forza.
Nel caso di FACCIA TONDA o QUADRATA, la barba deve allungare ed affinare, per cui deve essere lunga fino al mento, ma corta sui lati.
Se invece il VISO è LUNGO o RETTANGOLARE, la barba dovrà essere corta sul mento e lunga sulle guance in modo da far apparire il viso più pieno.
Quando il viso è TRIANGOLARE occorre accentuare l’attenzione sul mento abbinando anche i baffi, in modo da creare quello che in gergo si chiama “pizzetto”.
Ovviamente qualunque sia l’effetto che desideriamo ottenere, è importante che corrisponda alla nostra personalità e ci faccia sentire a nostro agio come in un vestito appropriato e soprattutto armatevi di pazienza: per ottenere un buon lavoro è necessario lavorare su una barba lasciata crescere per circa 4 – 6 settimane!