Piedi come curarli

Mani e piedi freddi cause e rimediMani e piedi freddi cause e rimedi

La salute e l’igiene dei piedi è essenziale per il corretto funzionamento di tutto l’apparato muscolare e scheletrico ed essenziale per lo stato di salute generale di tutto il corpo. Lo dimostra anche una recentissima indagine che ha valutato come l’attenzione che dedichiamo a questa parte del corpo aumenta sempre più, spendiamo circa 52 minuti a settimana alla cura dei piedi e questo dato è in costante crescita. I piedi sono l’appoggio ed il sostegno di tutto il corpo, 26 ossa che grazie ad un ottimo lavoro di squadra, ci permettono la posizione eretta e la deambulazione: è importante dunque prestare la massima cura ed attenzione se vogliamo continuare a mantenerli in buona salute. Ecco qui alcuni utili e preziosi consigli:Camminiamo scalzi sulla sabbia per riscoprire il contatto con l’elemento naturale; oltre all’esperienza sensoriale che regala benessere, la camminata a piedi nudi sulla superfice sabbiosa rinforza il piede e la sua muscolatura e lo rende morbido grazie ad una sorta di esfoliazione naturale.Abituiamoci al pediluvio serale per eliminare la stanchezza e cattivi odori del piede costretto tutto il giorno nelle calzature: sarà sufficiente aggiungere all’acqua del bicarbonato di sodio ed alcune foglioline di salvia.Per chi svolge un lavoro sedentario, sarà utilissimo eseguire a fine giornata una costante ginnastica al piede per conservare una buona mobilità; inoltre il massaggio scioglie le tensioni e regala benessere.Indossiamo due paia di scarpe al giorno, riservando alla seconda parte della giornate quelle con la calzata più morbida e comoda, in modo da migliorare la traspirazione. Ovviamente le calzature che indossiamo ricoprono un ruolo fondamentale per la salute dei piedi: un piccolo trucco per capire se la scarpa è quella giusta, consiste nel controllare a fine giornata se il piede presenta arrossamenti o callosità, in tal caso ciò significa che qualcosa non va. E’ necessario che la calzatura sia confortevole sia in lunghezza che in larghezza e altezza e segua comodamente la conformazione del proprio piede; la deambulazione deve essere morbida e semplice, mai costretta da posizioni innaturali che la scarpa sbagliata potrebbe provocare. Il piede non deve poggiare su una superficie piatta e dura, piuttosto su un plantare morbido o semirigido che accompagni l’andatura del piede e favorisca il ritorno venoso del sangue. Per la stessa ragione il tacco non deve essere né troppo alto né completamente rasoterra per non compromettere la postura.Infine valutare attentamente la qualità dei materiali impiegati: assicurarsi che la scarpa sia fatta con fibre naturali o con pellami autentici affinchè ci sia una corretta traspirazione che impedisca al piede di essere freddo e maleodorante.