La stanchezza primaverile

Mancanza di sonno, per il cervello come una ubriacaturaMancanza di sonno, per il cervello come una ubriacatura

Vi svegliate a fatica, già stanchi e privi di energie? Niente paura, è la stanchezza
primaverile.
Come ogni anno al cambio di stagione e con l’arrivo dell’aria tiepida, ci sentiamo in
balia di sbalzi d’umore, insonnia, difficoltà nel concentrarsi e apatici sin dal mattino.
Il corpo è impegnato in questa fase di adattamento ai nuovi cicli di buio e luce ed
all’innalzamento delle temperature ed è per questo che ci lancia segnali di
stanchezza e spossatezza.
Anche nel nostro quotidiano è possibile adottare semplici aggiustamenti alla routine
in modo da non risentire dei fastidi del cambio di stagione, anzi di godere a pieno
del risveglio della natura.
Cominciamo a fare il pieno di cibi salutari e vitaminici per dare sprint alle nostre
giornate: agrumi e verdure a foglia verde per la vitamina C, legumi, ortaggi e cereali
integrali per fare una bella scorta di vitamina B; limitiamo i carboidrati ed
affidiamoci al potere ricostituente di ginseng, pappa reale e cioccolata fondente.
Gli integratori possono essere di supporto nei casi di stanchezza accentuata, in
particolare privilegiamo quelli a base di magnesio, potassio e calcio se pratichiamo
molto sport o se sudiamo in maniera abbondante.
Il modo più efficace per abbondare il letargo e la pigrizia invernale è il movimento:
approfittiamo a piene mani del sole e delle giornate più lunghe per dedicarci ad una
camminata veloce o alla corsa che miglioreranno anche l’umore ed il livello
complessivo di energia.
Sforziamoci di bere di più poiché la giusta idratazione aiuterà a farci sentire
decisamente meglio ed abbandoniamo il cibo spazzatura e gli snack ricchi di zuccheri
aggiunti che innalzano bruscamente il picco glicemico, per poi calare
repentinamente, con la conseguenza di farci sentire più stanchi di prima.
Un buon riposo notturno deve essere l’impegno quotidiano, per cui andiamo a letto
presto e se ci è possibile, concediamoci pure un sonnellino pomeridiano di 30 minuti
sufficienti a ricaricare le energie.
In questa fase di passaggio poi, è importantissimo depurarsi e disintossicarsi per
usufruire dei benefici della primavera: con alcuni centrifugati di frutta e verdura
possiamo raggiungere facilmente questo scopo utilizzando gli ingredienti giusti.
Vi consiglio la ricetta del centrifugato detox per eccellenza che sfrutta il potere
depurativo e disintossicante dell’ananas per eliminare le tossine dall’organismo:

basterà centrifugare metà limone, metà ananas e 5 foglie di cavolo ed avrete un
semplicissimo alleato per la vostra primavera.
Un altro ottimo e rinfrescante centrifugato sarà preparato semplicemente
utilizzando una bella manciata di foglie di menta e 300 g. di cetrioli: il risultato fresco
e leggero vi stupirà e la reidratazione è garantita!