Tai Chi: caratteristiche principali

Tai Chi

L’interesse sempre crescente rispetto alle discipline orientali è sintomo dei nostri tempi frenetici ai quali si cerca di dare una risposta di contrasto e di calma.

In questo ambito, trova la sua giusta dimensione il Tai Chi Chuan o Tai Chi, antica arte marziale cinese.

Nata come sistema di autodifesa, si è poi evoluta in una forma di esercizio supremo di salute e benessere grazie a sequenze di movimenti dolci e circolari basati sul principio taoista dell’unione degli opposti.

Il Tai Chi ha origini antichissime, risalenti al terzo millennio avanti Cristo, quando Hwang Ti, l’imperatore giallo si dedicò e diffuse pratiche di meditazione e di respirazione allo scopo di raggiungere il benessere fisico e la longevità; le tecniche furono via via raffinate nel corso dei secoli, mantenendo però inalterato il principio originario.

L’obiettivo dunque di salute e longevità deve essere perseguito sin da piccoli ed è importante praticare precocemente affinchè la mente serena riesca a mantenere il corpo sano.

Oggi questa filosofia unita alla pratica riscuote un notevole successo grazie ai numerosi vantaggi che essa offre sin dai primi approcci: il rilassamento mentale e la concentrazione risultano notevolmente aumentati, lo stress diminuisce e la mobilità articolare è decisamente più sciolta grazie ai movimenti che favoriscono l’allungamento dei tendini. Grazie alla respirazione profonda, non solo si ritrova la quiete interiore, ma si ossigenano efficacemente tutti gli organi interni aumentando di pari passo la forza e la resistenza alla fatica. Non trascurabile è anche il vantaggio che si ottiene dal Tai Chi in caso di dolori alle spalle e alla schiena.

Alla base di questa disciplina c’è la rimozione dei blocchi di energia che causano tensione, rigidità e dolori attraverso i movimenti morbidi ed armoniosi; allo stesso modo si rimuovono anche blocchi psicologici in modo che l’estroversione e l’apertura nei confronti degli altri venga amplificata.

Attraverso le movenze dolci e coordinate con il respiro ci si auto rilassa e contestualmente il pensiero si fa più chiaro, sino a quando si riesce ad entrare in contatto con la propria energia interiore. Questo è il motivo per cui si pratica in silenzio!

Quella che vista dall’esterno, può sembrare una danza muta poiché mima la lotta con un avversario immaginario, in realtà è composta da un insieme di movimenti tutti concatenati fra loro affinchè l’energia vitale possa scorrere liberamente creando armonia.

La parole chiave è appunto questa: ARMONIA, poiché il Tai Chi ci permette di fare un lavoro introspettivo che mira a conoscere meglio noi stessi .

Le emozioni negative come rabbia e paura non devono essere represse, bensì trasformate, evolute in una forma talmente eterea, che possa definitivamente dissolversi nel nulla.