Attività manuali: benefici per la salute

Sette cose che non sapete sul nostro cervelloSette cose che non sapete sul nostro cervello

Le attività manuali rilassano la mente distogliendola dai problemi ed allenano alla concentrazione.

Ciò che può sembrare un sano passatempo che ci permette di ottenere la soddisfazione di creare qualcosa con le nostre mani, ha in realtà una valenza molto più profonda ed in alcuni casi anche terapeutica.

Per i bambini, ad esempio, queste attività stimolano la creatività e l’immaginazione e al tempo stesso migliorano la capacità di coordinamento tra mente, mani ed occhi.

Anche gli adulti ed in particolare le persone più in là con gli anni, traggono un enorme beneficio dalla concentrazione richiesta da un’attività manuale: contrastano efficacemente il rischio di demenza e i danni causati dallo stress.

Ma come avviene questo processo?

In base ad alcuni studi effettuati dalla dottoressa Sharon Gutman, della Columbia University, il sistema nervoso viene stimolato in modo positivo da attività come la lettura, il disegno, le arti in genere ed il fai da te domestico attraverso tre modalità:

  1. Rilasciano dopamina donando una sensazione di piacere e benessere.
  2. Preservano le funzioni cognitive del cervello in età avanzata.
  3. Inducono al rilassamento generale.

Grazie alle attività manuali si contribuisce ad aumentare la qualità della vita, poiché concentrandosi attivamente su di esse, il tempo e gli avvenimenti che ci circondano, sembrano quasi scomparire, proprio come accade durante una meditazione profonda grazie alla quale si raggiunge uno stato di quiete e pace interiore.

Tante sono le attività che possono contribuire ad aumentare il nostro benessere e ad allenare la perseveranza, purchè praticate con una certa assiduità:

  • Origami
  • Falegnameria
  • Cucito
  • Scultura o incisione
  • Ricamo
  • Artigianato

Non è importante la quantità di tempo da dedicare agli hobby, quanto il piacere di concedersi qualcosa che diverte e rilassa affinchè diventi una vera e propria medicina per il corpo e la mente.

E’ infatti appurato che chi non compie attività manuali ed è dedito esclusivamente ad attività intellettuali, risente di un certo intorpidimento mentale, poiché non riceve stimoli e rischia una sorta di stasi cognitiva che paradossalmente induce all’errore.

Quindi occorre affiancare allo studio ed al lavoro delle pause in cui inserire delle attività pratiche e manuali, per consentire al cervello di spaziare creando legami fra dati noti e dati nuovi; interrompere l’attività puramente intellettuale per potare le piante o tirare calci ad un pallone, fornisce una bella scossa al cervello che rinvigorisce le sue abilità.

Non è necessario avere un talento particolare per cimentarsi in qualche attività pratica, non dimentichiamo che anche la creatività va allenata. Ciò che conta non è il risultato in sé ma il piacere di creare qualcosa con le proprie mani lasciando correre la fantasia in un momento che sia tutto nostro!