Yoga, efficace contro la depressione

Pancia piatta con lo Yoga: ecco le 5 migliori posizioniPancia piatta con lo Yoga: ecco le 5 migliori posizioni

Lo yoga come pratica millenaria di unione fra mente e corpo, si arricchisce di un nuovo significato oltre che di un ulteriore innegabile vantaggio per chi pratica questa disciplina.

Alcuni studi infatti dimostrano l’efficace funzione antidepressiva, quasi una terapia complementare da affiancare a quelle tradizionali.

La pratica fisica e mentale tiene a bada ansia e stress ed agisce direttamente sull’umore infondendo calma e benessere grazie soprattutto alla meditazione.

Lo afferma una ricerca presentata ad un convegno americano APA ovvero American Psychological Association, che trae le sue conclusioni dopo attenti studi e ricerche effettuate su gruppi di popolazione particolarmente inclini a sviluppare fenomeni depressivi come i veterani di guerra; ebbene, dopo 2 mesi di pratica yoga, nello specifico di hatha yoga, i sintomi si presentavano notevolmente ridotti in misura proporzionale rispetto alla frequenza della pratica.

Risultati ugualmente confortanti, sono scaturiti da un’altra indagine effettuata su un campione di donne fra i 25 e i 45 anni di età, che manifestavano segnali di stress e disordini alimentari e che hanno visto ridurre notevolmente il proprio disagio.

Altri studi condotti di recente nei Paesi Bassi hanno confermato il miglioramento effettivo di stati d’ansia o depressivi in campioni di persone la cui situazione era ormai clinicamente appurata e che hanno tratto notevole miglioramento dalla pratica costante dello yoga; è importante sottolineare che i benefici hanno continuato ad essere presenti anche dopo l’interruzione della pratica nei soggetti che avevamo imparato grazie ad essa a gestire e controllare l’ansia con la meditazione e a “fermare” il chiacchiericcio della mente quando le preoccupazioni stavano prendendo il sopravvento.

Inoltre l’ansia vissuta come esasperazione dell’incertezza e della paura insite nella nostra natura, possono essere ridimensionate grazie alla pratica yoga che attraverso alcune asana (posizioni), favorisce la piena consapevolezza di se stessi inducendo la mente in uno stato di armonia ed equilibrio.

Un altro aiuto enorme per calmare il respiro e fermare la mente sul momento presente è dato dalle tecniche di respirazione che restituiscono la calma interiore e favoriscono la concentrazione sul qui ed ora.

C’è anche una spiegazione biochimica a vantaggio dei benefici dello yoga, poiché attraverso la pratica viene regolarizzata la produzione di serotonina importante neurotrasmettitore responsabile del riposo, dei sogni del piacere e della rilassatezza.

A noi però piace pensare che forse il vero segreto che lo yoga ci insegna è l’accettazione di quello che siamo, comprese le nostre incertezze; una volta compiuto questo passo saremo pronti a far dono agli altri di noi stessi, così come siamo, ridimensionando i nostri problemi attraverso l’impegno altruistico

Non possiamo certo eliminare le terapie tradizionali nei casi più importanti di ansia e depressione, ma possiamo sicuramente ottenere un validissimo supporto dallo yoga nel fare ordine ai pensieri disordinati che in alcuni momenti della nostra vita ostacolano la visione lucida e serena del mondo.