Latest

Il trekking, uno sport completo per allenare mente e corpo

Vi state avvicinando al trekking e per darvi una spinta in più volete sapere quali sono i suoi benefici? Avete voglia di iniziare ma magari non avete ancora acquistato il migliore abbigliamento tecnico e scarpe da trekking adatte?

Ebbene, siamo qui per darvi una mano d’aiuto e permettervi di scoprire quali sono i principali vantaggi di questa importante disciplina, che insieme a fondamentali plus per la vostra salute fisica, vi aiuterà a rafforzarvi anche mentalmente ed emotivamente. Maggiore resistenza fisica, più motivazione e una fiducia rinnovata in voi stessi rendono il trekking uno straordinario alleato per una vita più felice e più sana rispetto a quanto siete stati abituati.

Perché è bene fare un po’ di trekking

Innanzitutto, tenete a mente che il trekking aiuta a tonificare i muscoli, migliorandone l’elasticità. È inutile rammentare come il più grande beneficio venga riflesso sulle gambe, e in particolare sui glutei e sui quadricipiti, oltre ai muscoli posteriori della coscia, all’interno e all’esterno delle stesse, ai fianchi e ai polpacci. Tuttavia, a trarre beneficio sono anche i muscoli obliqui, quelli del collo, delle spalle e delle braccia, oltre a un incremento della densità ossea che allontanerà il rischio di osteoporosi.

A quanto sopra aggiungete altresì che il trekking è particolarmente utile per le persone che soffrono di dolori e fastidi alle articolazioni e alla schiena. Ancora, è noto che i sentieri di montagna sono confortevoli e più morbidi per i piedi, le caviglie, le ginocchia, la schiena e le anche, rispetto a quanto non possa avvenire con una camminata sul cemento.

Come probabilmente sapete già, i benefici del trekking non sono certo finiti qui. Questa disciplina aiuta infatti il corpo a contrastare il diabete di tipo 2. Poiché i muscoli lavorano intensamente durante il trekking e le escursioni, essi non potranno che avere un gran bisogno di energia: il corpo usa la glicemia per alimentare l’attività muscolare e questo riduce lo zucchero in eccesso nel sangue, allo stesso tempo aumentando la tolleranza all’insulina del corpo. Inoltre, quando i livelli di zucchero nel sangue diventano inadeguati, il corpo usa le sue riserve di grasso per fornire energia. A causa dell’intensa attività fisica prodotta durante le ore di “arrampicata”, inizialmente sarà lo zucchero ad alimentare il corpo, ma poi lascerà spazio al grasso.

L’importanza del giusto abbigliamento

Di fondamentale importanza, durante lo svolgimento di questa intensa attività sportiva è la scelta del giusto abbigliamento e di scarpe da trekking. La comodità e il comfort sono essenziali per lo svolgimento di una buona attività fisica, tenendo conto anche del fatto che un abbigliamento inadeguato potrebbe compromettere anche la sicurezza.

Fare trekking in montagna ci espone al rischio di cambi repentini di temperatura dal caldo al freddo e alla possibilità di un acquazzone improvviso, quindi è buona regola organizzare uno zaino con abbigliamento tecnico adeguato, in modo da essere sempre attrezzati per affrontare gli imprevisti senza caricarsi di indumenti pesanti.

Vediamo nel dettaglio, l’equipaggiamento ideale per una giornata di escursionismo all’aria aperta:

– per quanto riguarda l’intimo è consigliabile utilizzare calzini da trekking,ideati in modo che il piede abbia sempre un buon contatto con la scarpa e soprattutto realizzati in materiale traspirante, slip in materiale di veloce asciugatura e di controllo dell’umidità, oltre a canotte traspiranti e leggere.;

le maglie, sia manica lunga che corta, in base al periodo dell’anno in cui si effettua l’escursione devono essere confortevoli e rigorosamente in tessuto tecnico.

– Lo zaino deve essere attrezzato con un micro pile, nel caso in cui le temperature dovessero abbassarsi e una giacca o giubbotto, preferibilmente in Gore-Tex, materiale impermeabile (utile in caso di pioggia), ma nello stesso tempo traspirante. La caratteristica essenziale dell’abbigliamento tecnico è proprio la leggerezza dei tessuti, che mantengono caldi il nostro corpo.

– Altro ruolo importante è quello svolto da una adatta scarpa da trekking. Queste particolari calzature permettono di riparare i nostri piedi da acqua, freddo, fango oltre ad evitare vesciche e i dolori al piedi dovute alle lunghe camminate, grazie ad un adeguato sostegno della caviglia. Importante evitare materiali di gomma che non lasciano traspirare il piede, esponendoci al rischio di infezioni e bolle dovute all’eccessiva sudorazione.