Disturbi agli occhi e omeopatia rimedi naturali

Gli occhi sono una parte estremamente delicata del nostro corpo, spesso vittime di infezioni causate da polvere, eccesso di luce, batteri con cui facilmente vengono a contatto portando semplicemente le mani al viso. Ci sono alcuni disturbi che causano spesso insofferenza e fastidio. Per problemi come l’occhio rosso omeopatia e rimedi naturali possono aiutare.

Occhi e omeopatia

LA BLEFARITE: si tratta dell’arrossamento della palpebra che diventa secca ed irritata. Molte volte causa un intenso prurito con fuoriuscita di una secrezione giallastra. Il primo accorgimento da adottare, per quanto possibile, è di non grattarsi; solo in questo modo si eviterà che l’infezione si propaghi. In farmacia esitono delle pezzoline bagnate di soluzione fisiologica che si possono applicare per trarre un pò di sollievo. L’omeopatia in questo caso offre diversi rimedi:

EUPHRASIA: per occhi irritati e lacrimosi.

PULSATILLA: quando compare la secrezione giallastra.Occhi e omeopatia

L’ORZAIOLO: è caratterizzato, di solito, da un arrossamento dell’angolo interno dell’occhio o del bordo della palpebra. Ne soffrono maggiormente i soggetti allergici o chi non è in condizioni ottime di salute.
Molto importante evere sempre le mani e le unghie pulite, nel caso l’occhio faccia molto male si può coprirlo con una benda.
I rimedi omeopatici utilizzati in questi casi sono:

APIS: quando l’orzaiolo è appena comparso con un solo puntino rosso.

LA ROSA CANINA: da applicare in gocce sull’occhio 2-3 volte al giorno.

IL CALAZIO: altro non è che una cisti localizzata per lo più sulla palpebra, causata dall’infiammazione di una ghiandola per colpa di una ostruzione del dotto escretore.
Due i rimedi omeopatici:

STAPHISAGRIA: 15 CH 4 granuli 1-2 volte al giorno per due settimane

CALCAREA FLUORICA 30 CH: 4 granuli una volta al giorno per un mese.

LA CONGIUNTIVITE: è l’arrossamento della congiuntiva ed ha come sintomi un occhio arrossato e la palpebra gonfia. La lacrimazione è abbondante e qualche volta compare anche del pus. Caratteristica della congiuntivite è la presenza di ciglia incollate al mattino. Le congiuntiviti possono avere una origine virale, batterica o allergica.
Un impacco di camomilla, fino a tre volte al giorno, allevia il disturbo.

Nel caso si sospetti una congiuntivite allergica, il rimedio più indicato sarà l’EUPRHRASIA, sotto forma di collirio.
Se sono presenti secrezioni giallastre meglio utilizzare un collirio a base di calendula. I rimedi omeopatici più utilizzati sono rappresentati da

BELLADONNA: in presenza di dolore pulsante.
ARSENICUM ALBUM: in caso di lacrimazione bruciante.
APIS: se le palpebre sono molto gonfie e rosse.

Esistono anche dei prodotti in grado di prevenire la congiuntivite in soggetti predisposti:
RAME-ORO-ARGENTO: una fiala, a giorni alterni, per le congiuntiviti batteriche o virali, per tre mesi.
MANGANESE: per le congiuntiviti allergiche, una fiala tre volte a settimana.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.