Consumare tanti piccoli pasti per ridurre lo stomaco

Dovremmo pensare al nostro stomaco come ad un muscolo; quando lo riempiamo tre volte al giorno questo aumenta di volume, le sue pareti infatti si allungano, aumenta di dimensioni proprio come farebbero i nostri bicipiti se li allenassimo costantemente tre volte al giorno. Per far sì che non si allarghi troppo, quindi per non ingrassare, bisognerebbe che cambiassimo le nostre abitudini alimentari. La cosa non è assolutamente facile ma la buona notizia è che se si riesce a resistere per almeno cinque settimane, le cose risulteranno più facili e i risultati evidenti.

Cosa bisogna fare allora? Tanti piccoli pasti durante il giorno; in questo modo il nostro stomaco non aumenterà di dimensioni; non solo, dopo circa un mese ci accorgeremo di sentirci sazi pur consumando meno cibo. Il nostro corpo inizierà a mandare prima il segnale di smettere di mangiare. Ovviamente giocheranno un loro ruolo anche altri fattori: i livelli ormonali, fattori psicologici, la soggettiva sensibilità dei nervi interni dello stomaco.

Ciò che tutti otterremo invece sarà una minore estensibilità dello stomaco e quindi appariremo tutti più magri. Ma come la mettiamo che alla maggior parte di noi piace mangiare? Semplicemente dobbiamo scegliere degli alimenti gustosi per cui, per esempio, possiamo iniziare la giornata con un frullato di frutta o con della farina d’avena con dei frutti di bosco, due ore più tardi del burro di arachidi con un pezzo di frutta, a pranzo un’insalata o del riso e pollo, dopo due ore delle noci o uno yogurt, a cena verdure a volontà e pesce.

Vi sembra mangiare troppo? Niente affatto. In questo modo influenzerete positivamente il vostro metabolismo e mangerete più sano, a prescindere. Se appartenete a coloro che definiscono il loro stomaco un pozzo senza fondo vi conviene provare.