I grassi non fanno sempre male

Gli alimenti grassi fanno male, punto. Questo per anni ci siamo sentiti dire e questo continuiamo a fare , eliminando ogni tipo di questo alimento dalla nostra dieta, accusandolo di essere l’unico a farci ingrassare o a farci ammalare. Il motivo per cui ai grassi è stata fatta da sempre una guerra spietata ancora non è molto chiaro.

 Ancora meno chiaro è il perchè, da sempre, ce la  si prenda con questo determinato tipo di cibi non considerando invece il danno che apportano alla nostra dieta gli zuccheri o i cereali raffinati. Diremo di più, se tra i grassi è possibile fare una distinzione tra quelli buoni e quelli cattivi per gli zuccheri questa alternativa non c’è. Fanno tutti male. “Nonostante il dogma pervasivo che bisogna tagliare il grasso per perdere peso, le prove scientifiche non supportano le diete povere di grassi rispetto ad altri interventi dietetici per la

perdita di peso a lungo termine”.

Bisogna fare davvero attenzione ai cibi grassi senza però demonizzarli anzi imparando a  scegliere i migliori. Questo discorso vale un po’ per tutti ma specie per coloro che hanno necessità di dimagrire e non sanno bene come muoversi.

Negli ultimi anni, non a caso, è cresciuto l’interesse per la dieta mediterranea quella che contiene un maggior numero di grassi provenienti però dall’olio extravergine di oliva, dal pesce, dalle noci, dalla frutta, dalla verdura e dai cereali integrali.

L’evidenza, emersa negli anni, ha dimostrato che le diete a basso contenuto di grassi si sono rivelate quasi sempre le più fallimentari. Qualcuno potrebbe obiettare che il cervello ed i muscoli hanno necessità di assumere zuccheri per funzionare al meglio ma questi andrebbero assunti attraverso altri alimenti come la frutta e la verdura.

I grassi invece non devono essere eliminati perchè in questo modo verranno meno degli alimenti importanti per alcuni processi metabolici.

I grassi sani sono uno fra tutti l’olio extravergine d’oliva, ricco di antiossidanti tra cui l’acido oleico, fondamentale per il nostro sistema cardiocircolatorio.

Le uova, eccezionali, non solo perchè ricche di grassi buoni ma anche del giusto apporto di colesterolo.

La frutta a guscio, ricca di componenti grasse estremamente nutrienti, il pesce azzurro, la miglior fonte grassa di proteine. Il burro, sempre visto con negatività, va usato seppur in dosi minime. E’ capace infatti di resistere alle alte temperature ed è ricco di acidi grassi che contribuiscono al miglior  funzionamento dell’intestino e del cervello. I grassi quindi vanno consumati a patto che impariamo a farlo in modo sapiente. Se inseriamo il loro consumo sommandolo a quello degli zuccheri faranno un gran danno . Se invece inseriti in una dieta ricca di frutta e verdura non potranno che aiutarci a mantenere la nostra salute il più a lungo possibile.