Come eliminare la pancia gonfia

Uno dei sintomi più comuni dopo aver mangiato è la sensazione di pancia gonfia.
Il gonfiore addominale accomuna entrambi i sessi.
Sia gli uomini che le donne lamentano una sensazione di pienezza subito dopo aver mangiato e il perdurare del fastidio nelle ore successive.
Le cause del gonfiore addominale possono essere molteplici.
Il maggior incriminato rimane sempre lo stress.
Diciamo la verità, lo stile di vita che accomuna un po' tutti quanti favorisce l'insorgenza di questo problema.
Molti di noi sono soliti, specie a pranzo, consumare un pasto veloce, al volo. Un panino magari accompagnato da una bevanda gassata favorisce l'insorgenza del gonfiore addominale e contribuisce a creare quegli inestetismi poi difficili da eliminare.
Il gonfiore addominale è il sintomo che nello stomaco si è creato un accumulo di gas.
Di solito è accompagnato da dolore intenso. Lo stress, l'ingurgitare aria durante la masticazione, l'abitudine di consumare gomme da masticare, il fumo, l'ansia non fanno altro che peggiorare i sintomi.
Chi soffre di dolore addominale dovrebbe innanzitutto accertarsi di non essere intollerante a determinati alimenti.
Una volta esclusa questa causa ci si può aiutare cambiando il tipo di alimentazione.
La stitichezza può anche essere la causa dell'insorgere del gonfiore addominale.
Chi riesce ad evacuare solo tre volte a settimana, con dolore ed eccessivo sforzo, avrà più possibilità di avvertire tensione addominale. Il fatto che le feci stazionino per tanto tempo nel tratto intestinale facilita la fermentazione dei batteri che, a loro volta, produrranno un eccesso di gas.
Le donne vedono aggravarsi questa patologia in concomitanza del ciclo mestruale. La colpa sarebbe degli ormoni riproduttivi che, in questo periodo, sono più attivi.
Alcuni alimenti sono in grado di ridurre, se non eliminare del tutto questo problema.
Iniziamo dalla colazione tenendo presente che non dovrebbe mai mancare sulla nostra tavola il kefir, un prodotto ottenuto dalla fermentazione del latte. Ricco di fermenti lattici, sali minerali, vitamine e proteine, calcio e magnesio. Il kefir rappresenta una vera e propria fonte di benessere capace, da solo, di riequilibare la flora batterica intestinale spesso responsabile del gonfiore addominale.
A seguire bisognerebbe consumare verdure ed in maniera specifica zucchine, carciofi, finocchi, sedano ed asparagi.
Non tutta la frutta fa bene in questi casi. Preferite sempre le arance, l'ananas, il kiwi, la papaya, le banane.
Accanto ad una sana alimentazione è obbligatorio praticare dell'esercizio fisico. Non è necessario passare oreed ore in palestra. Sarà sufficiente una lunga passeggiata nelle prime ore del mattino. Questa faciliterà il transito intestinale, il sudore, aiuterà ad eliminare le tossine e si riuscirà a perdere qualche chilo di troppo.