Perdere peso con la medicina olistica

La medicina olistica si pone l’obiettivo di curare le persone in tutto il loro essere, affrontando le cause piuttosto che curare solo i sintomi. Nella perdita di peso può essere un valido aiuto dove altre forme di dieta hanno sempre fallito. L’aumento di peso di per sè non è una malattia ma può contribuire a creare altri problemi di salute, il diabete di tipo 2, l’ictus, alcuni tipi di cancro, le malattie cardiache. Gestire il peso comporta una migliore qualità di vita. Un peso contenuto è il risultato di dieta ed esercizio fisico; un programma olistico aiuta in entrambi i casi.

Le domande da porsi dovrebbero essere queste: perchè mangiamo più di quanto si dovrebbe? Come si fa a mangiare in modo sano? Perchè non mi muovo abbastanza? Come posso migliorare il modo di vivere? Quali fattori fisici o psicologici stanno influenzando il mio peso? Rispondere a qualcuna di queste domande può servire a rimuovere la cause per cui non si riesce a raggiungere un peso ideale. Esistono diversi modi per applicare le tecniche olistiche. Molte volte tendiamo a trasformare il cibo in un nemico, utilizzandolo come un mezzo di autocontrollo. Questo atteggiamento non fa altro però che rendere il problema del peso ancora più difficile e intrattabile. I messaggi positivi possono aiutarci a cambiare atteggiamento. Ripetersi per esempio “posso controllare il mio modo di mangiare” o ancora “la voglia di consumare uno spuntino mi passerà” possono aiutare a rafforzare un comportamento positivo.

Lo stesso vale per il pensare “mi piace stare bene o sono orgoglioso di non aver mangiato tanto”. Meditare è un ottimo metodo per migliorarsi, per acquisire consapevolezza dei propri sentimenti e pensieri, per non utilizzare il cibo per affrontare situazioni problematiche. Rivolgersi ad un operatore qualificato che ci aiuti a modificare il nostro comportamento può essere utile a sostituire cattive abitudini con comportamenti produttivi. Dovremmo smettere di pensare: “sono arrabbiato quindi mi merito di mangiare”. Molte volte tenere un diario di ciò che si è consumato durante il giorno aiuta a fare delle modifiche; in pratica bisognerebbe fare costantemente un automonitoraggio al fine di correggersi.

Cercare di visualizzare cosa ci può far stare meglio aiuta ma è chiaro che non dimagriremo certo stando seduti a pensare. L’esercizio fisco non serve solo a bruciare calorie ma a cambiare la chimica del nostro corpo, a rilasciare neurotrasmettitori potenti, a rivitalizzare i muscoli, ad aumentare l’energia, ad aumentare la felicità ed il benessere. Senza l’esercizio fisico qualunque sforzo risulterà vano. Ognuno dovrebbe trovare una propria routine che corrisponda alle personali esigenze. Bisognerebbe trovare la gioia di prendersi cura di se stessi.