Sifilide

Molti potrebbero pensare che oggi nessuno più contrae la sifilide. Questa malattia in effetti è scomparsa all’inizio dell’anno 2000 ma da allora è di nuovo in crescita. La sifilide è una malattia che può essere curata se diagnosticata precocemente ma se non trattata può causare gravi problemi di salute e addirittura la morte.

La sifilide si contrae attraverso rapporti sessuali, molto comune tra gli uomini, in particolare gay e bisessuali ma anche le donne non ne sono immuni. La sifilide può essere trasmessa dalla mamma al sua bambino ancora nel grembo. I sintomi della sifilide sono molti e per questo motivo si è guadagnata il soprannome di “grande imitatore”. Di solito fa il suo esordio con un’ulcera sulla vagina, sull’ano, sul pene, sullo scroto. E’ una malattia altamente contagiosa che di solito va via in circa tre – sei settimane. Con il passare del tempo le piaghe diventano multiple, ruvide, rosse o marroni e in più parti del corpo. La sifilide ha la capacità di attaccare gli organi interni, il cervello, i nervi, il cuore, le articolazioni e può causare paralisi, cecità, demenza, morte.

Praticate sempre sesso sicuro ma sappiate anche che il preservativo non copre al 100% dal rischio. Una volta guariti, spesso attraverso l’impiego di penicillina, non si diventa immuni e si può essere nuovamente contagiati.