Problemi alla prostata, segnali da non sottovalutare

Quando si parla di sensibilizzazione al cancro di solito ci si riferisce sempre alle donne ed in particolare al cancro che colpisce il seno o l’utero. Non deve sorprendere però sapere che uno dei più diffusi cancro al mondo è quello che colpisce la prostata.

Sono molti gli uomini che non fanno nessun tipo di controllo in questo senso. Eppure monitorare ogni anno la salute della propria prostata dovrebbe diventare una sana abitudine.
Il cancro alla prostata è caratterizzato da una crescita lenta perciò risulta molto subdolo ed è molto probabile non fare caso a piccoli segnali che ci avvertono della sua presenza.

Di solito i più colpiti sono gli uomini intorno ai 65 anni di età, quelli con una storia familiare alle spalle, quelli con altri problemi seri di salute.
Ci sono dei segnali che nessun uomo dovrebbe trascurare a prescindere dall’età: la difficoltà ad urinare, a svuotare completamente la vescica, la difficoltà a controllare la minzione o l’intestino, la presenza di problemi sessuali, il dolore alla schiena, alla colonna vertebrale, ai fianchi, al torace, la perdita di peso, la stanchezza o la debolezza, l’intorpidimento ai piedi o alle gambe. L’alimentazione risulta sempre un alleato valido. Consumare cibi ricchi di licopene, vitamina B6, zinco aiuta a conservare una prostata sana ed efficiente.