La qualità del sonno

Tutte le ricerche sono concordi: la qualità del sonno è fondamentale per la nostra salute, non solo aiuta a rimanere concentrati ma anche a recuperare da ogni genere di usura. Anche le cose buone però, se prese a dosi massicce, possono danneggiare. Chi dorme più di 10 ore per notte è scientificamente provato che ha una salute peggiore rispetto a chi ne dorme sette o otto. Gli esperti ritengono che un sonno troppo lungo sia un indice di problemi di salute.

Ecco cosa potrebbe accadere:

Chi dorme troppo si espone a malattie cardiache. Si aumenta in questo modo la possibilità di incorrere in malattie cardiovascolari del 34%. Chi dorme troppo deve lottare costantemente contro la perdita di peso. Se è vero che chi dorme poco tende ad essere più pesante è anche vero che chi dorme troppo rischia di diventare obeso.
Meno si dorme più diminuisce il numero di calorie bruciate.

Chi dorme troppo può sviluppare diabete perchè aumenta il livello di zuccheri nel sangue. Dormire troppo invecchia il cervello e rende difficile svolgere le normali attività quotidiane.
Dormire troppo aumenta il rischio di morire prematuramente; nessuno sa ancora spiegare il perchè questo accada ma probabilmente gioca un ruolo fondamentale l’aumento di infiammazioni.
La depressione e il sonno vanno a braccetto. In molti casi accorciare le ore di sonno è utile a sollevare l’umore.

E’ noto a tutti come dormire troppo lasci una sensazione sgradevole di intontimento e malessere. Il segreto allora sta nella moderazione, nel dedicare al sonno le ore necessarie e concentrarsi durante il giorno in attività piacevoli e rilassanti allontanando, per quanto possibile, stress e preoccupazioni.