Non mangiare carne cosa comporta: benefici per la salute

La scienza da sempre raccomanda di seguire una dieta priva di carne per sperare di ottenere benefici per la salute non di poco conto. L’idea comune che nutrirsi di carne sia necessario per lo più rappresenta un mito. Chi ha scelto di nutrirsi in modo diverso e quindi vegetariani e vegani ha capito come la carne faccia male alla salute.

Oggi sappiamo che nutrirsi in modo vegetale risulta nutrizionalmente sufficiente e il modo migliore per evitare di ammalarsi di molte malattie croniche. Si stima che il 40% della popolazione mondiale sia a rischio diabete: il consumo di carne rossa, alimenti trasformati, proteine animali in genere ne aumenta il rischio.
Consumare carne anche una sola volta a settimana per 17 anni di fila aumenta del 74% il rischio di ammalarsi di diabete. Gli onnivori hanno il doppio di possibilità dei vegetariani di ammalarsi di diabete di tipo 2. Consumare due volte alla settimana carne rossa significa rischiare di ammalarsi in quattro anni.

Conosci le proprietà della quinoa? Scopri dove si compra

Le proteine in eccesso si trasformano in rifiuti o grasso il che predispone ad ammalarsi di malattie cardiache, infiammazioni e cancro. Le proteine presenti invece nei vegetali ci proteggono. E’ ormai evidente che le popolazioni più longeve ottengono le loro calorie da proteine vegetali. Queste ultime sono invece degli antinfiammatori naturali capaci, tra l’altro, di ridurre drasticamente il livello di proteina C-reattiva un importante indicatore di infiammazione nel corpo.

Chi si nutre di proteine vegetali diminuisce il colesterolo nel sangue meglio di come agiscono i farmaci brevettati per questo problema. Consumare proteine vegetali preserva la salute del nostro intestino che in questo modo si manterrà a lungo sano, libero da pericolosi batteri. Esiste una enorme differenza tra le fibre provenienti dalla carne e quelle derivate da prodotti vegetali utili a promuovere la crescita di batteri buoni che sanano le nostre viscere. La buona notizia è che sono necessari davvero pochi giorni di astensione dalla carne per iniziare a notare i primi benefici, per vedere diminuire l’insulina e il glucosio.