Smoothies proteici fatti in casa

Il segreto per seguire una buona alimentazione è che non tutti i pasti devono necessariamente essere composti da farina. Uno o più di essi possono essere sostituiti da gustosi smoothies. Si potrebbe optare, come molti fanno per comodità, per un prodotto già confezionato disponibile sul mercato ma sappiate che sono sempre addizionati con zucchero e fonti proteiche povere di nutrimento. I succhi di frutta commerciali non sono da meno e abusarne potrebbe provocare danni alla salute. Uno smoothie che si rispetti deve contenere proteine di alta qualità, fibre, grassi sani, antiossidanti e tanto altro. Prima di decidere di prepararne uno in casa dovreste essere sicuri di possedere un buon frullatore e poi seguire queste semplici istruzioni.

Le indicazioni sono generiche e ognuno poi potrà personalizzare la propria ricetta. Scegliete un liquido che rappresenterà la vostra base di partenza. L’acqua, il latte di mandorla, il latte di soia non zuccherato, il latte di canapa, il tè verde, il latte di mucca. Scegliete poi le proteine; potranno essere del latte, del riso, di canapa.

Gli spinaci sono un alimento che non dovrebbe mai essere assente dalle vostre ricette perchè una volta miscelati perdono tutto il sapore diventando neutri. Potete poi optare per le bietole, i cavoli, il sedano, il cetriolo. Scegliete un frutto, una o due manciate per porzione. Le mele, le banane, le bacche, le ciliegie, l’ananas, il mango. I grassi dovrebbero essere rappresentati dalle noci o da qualche tipo di seme, di lino, di chia, di canapa, le arachidi.

Per dare profumo al vostro smoothie inserite poi la vaniglia, l’avena, i pennini di cacao, la cannella. Una ricetta da cui prendere spunto: procuratevi due foglie di cavolo, due misurini di proteine del latte, mezza banana anche congelata, due datteri snocciolati, una manciata di noci, delle scaglie di cocco. Frullate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto liscio e cremoso e bevete subito.